domenica 16 settembre 2007

Caso Nadia Abu El Haj: rassegna stampa commentata

1. “Arieccoli!”, quelli di “Informazioni Corretta”. L’ostinazione con cui il “servizio di retrovia” filoisraeliano interviene ogni volta che le Sante, Eterne ed Elette ragioni di Israele vengono da qualcuno messe in dubbio. Al prof. Pallavidini per aver osato manifestare qualche riserva critica su Israele è stata imposta d’ufficio una perizia psichiatrica. Non arrivo a chiedere la pena del contrappasso, ma traggo motivo di viva e seria preoccupazione per la sfacciataggine di una Lobby che pensa tutto le sia permesso in questo nostro paese. In questo caso l’abituale arroganza si colora di volgarità. Sul merito basta rileggere il testo di Daniele Scalea, qui scritto in prima stesura ed ora corredata delle necessaria rassegna stampa. I nostri “amici” di I.C. sono convinti che la verità la si ottiene gridandola. Quanto più forte si gridano le loro abituali e sistematiche faziosità per la santa gloria di Israele, sale della terra, tanto più esse diventano vere. È sistematica la continua richiesta da parte della Lobby affinché venga chiuso questo o quel sito, licenziato questo o quel personaggio e così via con metodi così ignobili che io non userei neppure verso i miei peggiori nemici, non per rispetto o amore verso i nemici, ma per rispetto verso me stesso. È giunto il momento di rendere il dovuto chiedendo alle autorità competenti la chiusura di “Informazione Corretta” per un’attività inqualificabile ed ormai insopportabile. (ac)

Nessun commento: